28 maggio 2015

Progetto Startup House, voucher alle imprese giovanili per progetti innovativi

 

Finalità del bando
Favorire la creazione d’imprese giovanili, sostenendole mediante la messa a disposizione di spazi attrezzati e servizi di affiancamento e tutoraggio per lo svolgimento dell’attività d’impresa. Tale intervento viene attuato in conformità alle disposizioni comunitarie e/o nazionali e regionali vigenti in materia e dei principi di semplificazione e di riduzione degli oneri amministrativi a carico delle imprese.

Obiettivi. In linea con la strategia di Ricerca e Innovazione per la “Smart Specialisation in Toscana”, che richiede di incentrare il sostegno della politica e gli investimenti su fondamentali priorità, sfide ed esigenze basate sulla conoscenza, saranno finanziati progetti di innovazione legati alle seguenti priorità tecnologiche orizzontali indicate dalla stessa Smart Specialistion (Allegato A del bando):
– Ict e fotonica
– Fabbrica intelligente
– Chimica e nanontecnologia

Chi può fare domanda
Possono presentare domanda domanda di aiuto le nuove imprese giovanili. In particolare, ai fini del bando, si definiscono:

Nuove imprese“: le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi, la cui costituzione è avvenuta nel corso dei due anni precedenti dalla data di presentazione della domanda. La data di costituzione coincide:

  • per le imprese individuali, con la data di iscrizione alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura;
  • per le società di persone, con la data di costituzione risultante dall’atto costitutivo e dal certificato di iscrizione alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura;
  • per le società di capitali, con la data di iscrizione nel Registro delle Imprese risultante dal certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura;
    “giovanili”, così definite:
    per le imprese individuali, l’età del titolare dell’impresa non deve essere superiore a 40 anni al momento della costituzione dell’impresa medesima;
    per le società, l’età dei rappresentanti legali e di almeno il 50% dei soci che detengono almeno il 51% del capitale sociale non deve essere superiore a 40 anni al momento della costituzione della società medesima; il capitale sociale deve essere interamente sottoscritto da persone fisiche;
    per le cooperative, l’età dei rappresentanti legali e di almeno il 50% dei soci lavoratori che detengono almeno il 51% del capitale sociale non deve essere superiore a 40 anni al momento della costituzione della società medesima.

Interventi e spese ammissibili
Sono ammissibili i costi per i servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione, meglio dettagliati nelle “Linee guida delle spese ammissibili e per la relativa rendicontazione” allegate al Bando.

Le spese per le quali è concesso l’aiuto sono relative a servizi finalizzati all’utilizzo di spazi attrezzati e infrastrutturati, comprensivi di servizi immobiliari di base (portineria, guardiania e sicurezza, pulizia, reti telefoniche e internet), servizi di affiancamento e tutoraggio (non comprensivi di servizi amministrativi di base contabilità, legale, tributario).

Agevolazioni che si possono ottenere
L’agevolazione per la realizzazione del progetto di investimento è concessa nella forma di voucher come contributo in conto capitale nella misura del 100% dell’investimento ammissibile.

In riferimento alla tipologia di servizio B 4.1.2 di cui al “Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane”, il bando prevede i seguenti massimali di costo per ogni progetto:

– l’investimento massimo ammissibile non può superare 36.000 euro
– l’investimento minimo ammissibile, in relazione alle dimensioni dell’impresa è pari a:

  • per la microimpresa 10.000 euro;
  • per la piccola impresa 12.500 euro;
  • per la media impresa, Consorzi, ATI/RTI e Contratti di rete 20.000 euro

Quando presentare domanda
Presentazione della domanda di aiuto dalle ore 9:00 del 15/01/2015 alle ore 17:00 del 16/11/2015.

Le domande dovranno essere redatte e presentate esclusivamente online accedendo al Sistema informatico di Sviluppo Toscana spa., all’indirizzo https://sviluppo.toscana.it/bandi/ secondo le modalità descritte documento “Istruzioni per la presentazione della domanda e schema di domanda” allegato al bando.

Dove trovare la modulistica
Regione Toscana

Archivi