13 gennaio 2017

Sostegno alla creazione di Start-Up Innovative

Toscanamuove

Finalità del bando
Il bando è finalizzato a sostenere la creazione e il consolidamento di imprese per superare le fasi di start up, le difficoltà che incontrano per accedere ad ulteriori nuovi sviluppi tecnologici, per trasferire conoscenze e/o acquisire personale altamente qualificato.

Sono queste infatti le criticità comuni a tutte le nuove imprese in fasi di avvio e consolidamento, in particolare se imprese con carattere innovativo.

Chi può fare domanda
1) le Micro e Piccole imprese innovative come definite dall’Allegati 1 al Reg. (UE) n. 651/2014 e dalla L.R. 35/2000 ss.mm.i.i, la cui costituzione è avvenuta nel corso dei TRE anni precedenti la data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione. Sono altresì ammissibili gli Spin off di organismi di ricerca e le MPI iscritte nella sezione speciale del Registro delle Imprese di cui all’art. 25, co.8 del D.L. 179/2012 o nella sezione speciale di cui all’art. 4, co.2 del D.L: 3/2015.
In particolare, si definisce “impresa innovativa”, ai sensi dell’art. 5 octies decies, comma 2, L.R. 35/2000, l’impresa:
a) che possa dimostrare, attraverso una valutazione eseguita da un esperto esterno, che in un futuro prevedibile svilupperà prodotti, servizi o processi nuovi o sensibilmente migliorati rispetto allo stato dell’arte nel settore interessato e che comportano un rischio di insuccesso tecnologico o industriale, oppure
b) i cui costi di ricerca e sviluppo rappresentano almeno il 10 per cento del totale dei costi di esercizio in almeno uno dei due anni precedenti la concessione dell’aiuto oppure, nel caso di una start up senza dati finanziari precedenti, nella revisione contabile dell’esercizio finanziario in corso come certificato da un revisore dei conti esterno.

2) le persone fisiche che costituiranno micro o piccole imprese innovative come sopra definite entro sei mesi dalla data adozione del provvedimento di concessione dell’agevolazione.

3) i FABLAB, cioè un laboratorio/spazio di condivisione attrezzato a funzionare come piattaforma di prototipazione tecnica per l’innovazione, l’invenzione e l’apprendimento, se in possesso dei requisiti previsti dall’intervento.
Spese finanziabili
Le spese ammissibili, da sostenere dopo la presentazione della domanda, possono riguardare:
– Costi per l’ottenimento, la convalida e difesa dei brevetti
– Costi per la messa a disposizione di personale altamente qualificato
– Costi per consulenza e di supporto all’innovazione
– Spese per il personale impiegato in attività di innovazione con idonea qualifica
– Attrezzature, immobili e terreni
– Brevetti acquisiti o ottenuti in licenza
– Spese generali compresi i costi de materiali
Il valore minimo del progetto deve essere pari ad € 35.000,00 ed il massimo € 200.000,00. Il progetto di deve concludere entro 18 mesi dalla sottoscrizione del contratto di finanziamento.

Agevolazioni
Finanziamento agevolato a tasso zero pari all’80% delle spese ritenute ammissibili. La durata del finanziamento è fissata in 8 anni con preammortamento di 24 mesi.
Il rimborso avviene in rate semestrali posticipate costanti. Il valore nominale dell’aiuto concesso è pari al totale degli interessi gravanti su analoga operazione di finanziamento determinati al tasso di riferimento vigente alla data di ammissione del progetto.

Quando presentare domanda
La domanda deve essere presentata esclusivamente tramite il portale Toscanamuove (www.
toscanamuove.it), previa registrazione, a partire dalle ore 9:00 del 17 ottobre 2016.
La domanda, completa degli allegati, deve essere firmata digitalmente dal soggetto beneficiario.

modulistica
www.toscanamuove.it

Fonte: www.ideasi.it

Archivi